Cerca

Il progetto di Digital Trasformation di Sacchi

sacchi elettroforniture digital trasformation

Sacchi è stata tra i protagonisti dell’Informatica World Tour 2018 per parlare del progetto di Digital Trasformation in atto all’interno dell’azienda.

Angelo Redaelli, CIO della Sacchi, ha spiegato come l’azienda è riuscita a standardizzare, arricchire e aggiornare circa 2 milioni di SKU.

“Per essere ancora più competitivi sul mercato era necessario sia aumentare il livello di servizio per fidelizzare i clienti acquisiti, permettendo una consultazione completa del catalogo prodotti che andasse oltre il proprio storico ordini e codici conosciuti, fornendo così supporto alla forza vendita, sia raggiungere nuovi clienti, che non avremmo mai raggiunto senza la realizzazione del progetto PIM, - dichiara Angelo Redaelli - fondamentale per dare accessibilità ad informazioni complete e strutturate.”

 

IL PROGETTO

La sfida è nata dalla necessità di adottare una soluzione per esporre un catalogo digitale che raccogliesse tutte le informazioni e i dati di prodotto, rendendoli accessibili 24/7.
Prima del progetto PIM, i clienti potevano accedere ad un catalogo ma avevano la possibilità di consultare solo i prodotti dei quali conoscevano già il codice.
Da qui la necessità dell’azienda di rendere tutto digitalizzato per una serie di motivi:

  • gestire le informazioni provenienti da circa 400 fornitori
  • strutturare i dati di circa 2 milioni di SKU che ha permesso di trasformare le informazioni destrutturate in informazioni strutturate a supporto della forza vendita nei punti vendita, dell’e-commerce e della Sacchi APP
  • integrare i dati e le informazioni provenienti da fornitori e dall’ERP e centralizzarli su un unico HUB

 

I RISULTATI OTTENUTI

Sacchi, grazie alla collaborazione con Tecla, ha realizzato un progetto che ha permesso di gestire le informazioni di prodotto ed ha portato numerosi risultati:

  • la digitalizzazione dell’intero catalogo prodotti e-commerce
  • la collaborazione semplificata nelle fasi di input da parte dei fornitori
  • una maggiore flessibilità e possibilità di arricchimento dei contenuti di prodotto
  • consistenza, uniformità e qualità del dato anche di prodotti eterogenei
  • data quality garantita da regole e processi certi
  • time-to-market ridotti rispetto ai competitor
  • l’aumento degli ordini anche in mobilità

 

I PLUS DEL PROGETTO

  • Ottimizzazione del processo di inserimento dei dati di catalogo, in presenza di un altissimo numero di referenze e di informazioni disaggregate
  • Ingaggio digitale di nuovi clienti, al di là della localizzazione geografica dei punti fisici di Sacchi, e
  • Fidelizzazione dei clienti acquisiti
  • Riduzione sensibile del lavoro manuale per gestione di dati di prodotto e cataloghi, per un time to market più veloce
  • Aumento del livello di servizio fornito grazie ad una fonte univoca di consultazione a supporto della forza vendita
     

 

News correlate