Acti 9 - Apparecchi Modulari

La 5a generazione degli apparecchi modulari

13/06/2012

Fonte: Schneider Electric S.p.A.

Acti 9 condensa tutti i plus qualitativi della precedente gamma Multi 9 e vanta l’introduzione di nuove caratteristiche e nuovi componenti che consentono di progettare e realizzare impianti elettrici in modo ancora più rapido e flessibile, aumentando la sicurezza, la semplicità e l’efficienza dell’impianto in fase di installazione, funzionamento e manutenzione. 

La sicurezza è il fattore più importante 

Con l’introduzione del sistema VisiSafe viene garantito in modo ancora più sicuro il sezionamento del circuito a valle, indipendentemente dal verificarsi di sovratensioni o dall’usura dei componenti, anche negli ambienti più critici. Inoltre l’indicatore di sezionamento è interbloccato meccanicamente con i contatti dell’interruttore magnetotermico: una novità assoluta nel mondo degli apparecchi modulari. Grazie all’elevata distanza d’isolamento tra le parti in tensione e la parte frontale dell’interruttore, i prodotti Acti 9 sono gli unici dispositivi modulari ad offrire la caratteristica di doppio isolamento sul fronte: un’assoluta protezione dai contatti indiretti. 

Un’altra grande innovazione in termini di sicurezza presentata con Acti 9 è il blocco differenziale QuickVigi: il dispositivo si connette senza serrare alcuna vite all’interruttore magnetotermico, in modo sicuro, privo di errori ed in soli 3 secondi. La pressione di contatto si realizza con la nuova tecnologia brevettata EverPlug che elimina anche le operazioni di manutenzione: con QuickVigi non ci sarà più il rischio di dimenticare la chiusura di una vite del blocco differenziale o di avere contatti allentati! Ovviamente la gamma QuickVigi è conforme alla norma di riferimento CEI EN 61009-1 e ha ottenuto la certificazione di qualità IMQ, a testimonianza dell’affidabilità e della sicurezza di questa nuova soluzione. 

La semplicità di scegliere l’offerta migliore per tutte le applicazioni 

I nuovi interruttori magnetotermici Acti 9 sono inoltre ancora più semplici da scegliere in quanto sono conformi sia alla normativa domestica CEI EN 60898 che alla normativa industriale CEI EN 60947-2. Questa doppia rispondenza normativa è certificata anche da IMQ (doppia certificazione) ed è marcata in modo chiaro e leggibile sul prodotto. Inoltre sull’involucro degli interruttori magnetotermici troviamo stampato il potere d’interruzione secondo entrambe le normative ed è marcato il codice prodotto: tali dati sono visibili anche ad interruttore installato. 

Per semplificare ulteriormente la realizzazione degli impianti, Schneider Electric vi presenta in esclusiva il Reflex iC60: un dispositivo che combina in un unico prodotto un interruttore automatico ad un attuatore interno in grado di ricevere comandi impulsivi e mantenuti. Dotato di 3 modi di funzionamento, il Reflex iC60 è progettato per adattarsi ai requisiti dinamici delle applicazioni di controllo per l’illuminazione nel settore terziario e industriale e può essere direttamente interfacciato con un PLC o con il sistema di comunicazione Acti 9 senza nessun componente aggiuntivo. 

Massima efficienza per i vostri impianti 

La gamma Acti 9 introduce la caratteristica VisiTrip: un indicatore meccanico rosso di sgancio inserito direttamente sul fronte degli interruttori magnetotermici iC60, differenziali iID e blocchi differenziali Vigi e QuickVigi iC60. Con VisiTrip è perciò possibile discriminare a colpo d’occhio gli interruttori aperti manualmente (indicatore rosso non visibile) da quelli che hanno sganciato (indicatore rosso visibile). Per garantire una maggiore continuità di servizio, Acti 9 offre dei nuovi differenziali superimmunizzati SI che mantengono inalterate le caratteristiche di sicurezza e prevengono gli sganci intempestivi anche in ambienti caratterizzati dalla presenza di sostanze chimiche vaporizzate nell’aria o interferenze elettromagnetiche. E qualora si voglia la massima continuità di servizio possibile, Acti 9 offre un nuovo ausiliario di riarmo automatico (ARA) progettato per evitare interventi inopportuni in sito in occasione di interruzioni intempestive. 

Schneider Electric presenta anche una nuova offerta di contatori di energia trifase serie iEM3000 e dei nuovi multimetri modulari serie PM3200, in grado di soddisfare le molteplici esigenze di misura alla base di qualunque logica di efficienza energetica. L’offerta di questi dispositivi spazia da versioni base con la semplice visualizzazione della misura sul display, a versioni avanzate certificate MID e che possono essere connesse direttamente su rete Modbus. 

Con Acti 9 inoltre viene allargata l’offerta di interruttori crepuscolari, astronomici e orari, introducendo versioni di nuova generazione per la gestione efficiente dell’illuminazione nelle piccole e grandi applicazioni. 

Collegamento immediato a qualunque sistema di supervisione 

In aggiunta alla più sicura, semplice ed efficiente offerta di protezioni modulari, con Acti 9 Schneider Electric presenta un sistema di comunicazione basato su protocollo Modbus in grado di fornire i dati dei circuiti e che consente di controllare e monitorare gli apparecchi modulari in remoto in modo semplice ed affidabile. L’obiettivo di questa nuova soluzione è quello di offrire un sistema dalle grandi potenzialità ma semplice da realizzare sotto tutti i punti di vista: dalla progettazione, all’installazione in quadro fino ad arrivare all’interfacciamento al supervisore. 

Con il nuovo sistema di comunicazione Acti 9 è possibile ottenere una facile integrazione degli apparecchi modulari in ogni sistema di supervisione: la combinazione di protezione, controllo e comando consente di sviluppare soluzioni di gestione energetica semplici ed affidabili. 

Ma Acti 9 è molto di più: 
scoprite tutte le novità del rivoluzionario sistema di apparecchi modulari su www.schneider-electric.it

 

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione Sacchi utilizza i cookies. Utilizzando i nostri servizi on-line autorizzi l'uso dei cookies. Maggiori informazioni qui.    OK      X